News

É ora di dire #PIANTALA!

Dobbiamo piantarla di cementificare senza criterio, piantarla di inquinare e distruggere la Natura che ci circonda, c’è bisogno di più verde, di preservare la biodiversità e l’ambiente in cui viviamo. Con questo intento parte il 13 aprile la nuova iniziativa di The Bridge Bio in collaborazione con Beleafing, che punta ad aumentare il verde nella provincia di Vicenza, attraverso la donazione di 400 alberi ai cittadini locali che ne fanno richiesta.

Fino al 20 aprile 2022 si può prenotare un albero cliccando su https://beleafing.com/scegli-il-tuo-albero/ e scegliere tra il ciliegio selvatico, il carpino bianco, il nocciolo e il corniolo e riceverlo comodamente a casa.

Moltiplicare il numero di alberi, utili a ridurre l’inquinamento e il conseguente impatto della CO2 sul cambiamento climatico, trasformare le città in luoghi più vivibili ed ecosostenibili, significa anche offrire un habitat più confortevole e fondamentale per la vita delle api urbane.

Quindi, se abiti in provincia di Vicenza, scegli qui sotto la tua specie preferita, ordinala sul sito https://beleafing.com/the-bridge-dice-piantala/ e #piantala!

CORNIOLO
Un arbusto da frutto, che ama i terreni freschi, ombreggiati e calcarei e ha poche necessità di manutenzione. La fioritura avviene in marzo e a fine inverno basta eliminare soltanto i rami rotti e fuori sagoma.
I piccoli frutti rossi possono essere utilizzati per fare succhi di frutta e per marmellate o per aromatizzare alcuni tipi di alcolici come la grappa.

CILIEGIO SELVATICO
Un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rosaceae, largamente coltivato in tutta Italia, dal nord al sud. La sua fioritura avviene fra aprile e maggio. Nel caso di piante di ciliegio appena messe a dimora è essenziale aspettare l’anno successivo prima procedere con interventi volti a conformare chioma e fusto; questo per dare il tempo alla giovane piantina di acclimatarsi e superare lo stress da trapianto.

CARPINO BIANCO
Un albero di media altezza, dalla chioma allungata, utilizzato per formare siepi, per produrre legna da ardere e come albero ornamentale in parchi e giardini.
Durante l’autunno, le foglie prima di cadere a terra assumono una colorazione giallo acceso tendente all’arancione e hanno la tendenza a rimanere sulla pianta anche quando sono secche. In primavera si possono praticare talee semilegnose, da far radicare in un miscuglio di torba e sabbia. Una volta spuntate le giovani piantine vanno tenute in vaso per almeno due anni prima di essere messe a dimora.

NOCCIOLO
Un arbusto di medio sviluppo che in genere non supera i 3, massimo 5, metri di altezza. In giardino è indicato per formare siepi o creare delle “macchie” accostando alcune piante. Si adatta facilmente a ogni clima e non teme il freddo invernale, tanto da iniziare a fiorire proprio in questa stagione.
La pianta di nocciolo ha una grande utilità nel mantenimento della biodiversità: con le sue foglie fornisce cibo a molte varietà di bruchi, i suoi fiori sono un habitat perfetto per molte specie di farfalle, offre anche un riparo sicuro a molti uccelli, che possono costruire qui il loro nido. Le nocciole infine sono fonte di nutrimento non solo per l’uomo, ma anche per i piccoli mammiferi.